Cammino delle Dolomiti

Tutte le tappe del Cammino delle Dolomiti

Pagina 4 di 4

TAPPA N. 25
Punto di partenza: Perarolo di Cadore (610 m)
Punto d'arrivo: Longarone (473 m)
Difficoltà: E - Escursionistico
Dislivello in salita: 200 m circa
Tempo di percorrenza: ore 6 circa
Periodo consigliato: maggio / ottobre
Descrizione: tappa relativamente breve con alcuni saliscendi impegnativi e, nei pressi di Davestra, un tratto di sentiero difficile ed esposto. Lungo il percorso della cosiddetta "via Romana" si incontrano, per brevi tratti, i solchi dove passavano i carri romani.


TAPPA N. 26
Punto di partenza: Longarone (473 m)
Punto d'arrivo: Farra d'Alpago (400 m)
Difficoltà: E - Escursionistico
Dislivello: irrilevante
Tempo di percorrenza: ore 6 circa
Periodo consigliato: aprile / ottobre
Descrizione: tappa con segnaletica assente per gran parte del percorso. La parte iniziale ripercorre i luoghi simbolo della tragedia del Vajont.


TAPPA N. 27
Punto di partenza: Farra d'Alpago (400 m)
Punto d'arrivo: Nevegal (1010 m)
Difficoltà: EE - Escursionistico per Esperti
Dislivello in salita: 1100 m circa
Dislivello in discesa: 500 m circa
Tempo di percorrenza: ore 6-7 circa
Periodo consigliato: aprile / ottobre
Descrizione: tappa faticosa e poco adatta alle famiglie nel tratto in salita. Si attraversa il lago di Santa Croce, località ben nota agli amanti del windsurf, e il Giardino Botanico delle Alpi Orientali. La tappa si conclude al santuario del Nevegal, titolato a Maria Immacolata e frequentato da comitive di fedeli provenienti da tutto il Triveneto.


TAPPA N. 28
Punto di partenza: Nevegal (1010 m)
Punto d'arrivo: Belluno (383 m)
Difficoltà: E - Escursionistico
Dislivello in discesa: 700 m circa
Tempo di percorrenza: ore 3-4 circa
Periodo consigliato: marzo / novembre
Descrizione: tappa priva di segnaletica nel tratto della Val di San Mamante. Qui di grande interesse la chiesa di San Mamante. La tappa si conclude a Belluno, città immersa nella natura e ricca di bei monumenti e piazze medievali e rinascimentali, che offre numerosi spunti di interesse religioso, storico e artistico.


TAPPA N. 29
Punto di partenza: Belluno (383 m)
Punto d'arrivo: Trichiana (349 m)
Difficoltà: E - Escursionistico
Dislivello: ... m circa
Lunghezza del percorso: 25 km circa
Tempo di percorrenza: ore 8-9 circa
Periodo consigliato: marzo-novembre (ma percorribile tutto l'anno)
Descrizione: tappa non impegnativa per dislivello ma per lunghezza. Il percorso si sviluppa quasi interamente su strade asfaltate secondarie e stradine sterrate; l’assenza di segnalazione richiede attenzione per trovare l’imbocco dei tratti di sentiero e capacità di orientamento ai bivi delle stradine sterrate.


TAPPA N. 30
Punto di partenza: Trichiana (349 m)
Punto d'arrivo: Santuario SS Vittore e Corona (341 m)
Difficoltà: E - Escursionistico
Dislivello: ... m circa
Lunghezza del percorso: 22 km circa
Tempo di percorrenza: ore 8-9 circa
Periodo consigliato: marzo-novembre (ma percorribile tutto l'anno)
Descrizione: tappa non impegnativa per dislivello ma per lunghezza. Il percorso si sviluppa quasi interamente su strade asfaltate secondarie e stradine sterrate di campagna ed è per lo più pianeggiante, salvo la breve salita finale da Anzù al santuario dei SS. Vittore e Corona. Meritano una visita Mel, il cui centro storico è abbellito da palazzi cinquecenteschi, e la chiesa di Santa Maria Assunta, a Lentiai, ricca di opere d'arte.





Per approfondimenti sulle varie tappe, informazioni sulle attuali condizioni di viabilità dei sentieri e quant'altro di utile all'escursionista si consiglia di visitare il sito ufficiale dedicato al Cammino delle Dolomiti