Cammino delle Dolomiti

Tutte le tappe del Cammino delle Dolomiti

Pagina 3 di 4

TAPPA N. 17
Punto di partenza: Auronzo (866 m)
Punto d'arrivo: Candide (1212 m)
Difficoltà: E - Escursionistico
Dislivello in salita: 900 m circa
Dislivello in discesa: 500 m circa
Lunghezza del percorso: km 15 circa
Tempo di percorrenza: ore 7 circa
Periodo consigliato: maggio / ottobre
Descrizione: la tappa, con significativo dislivello in salita, si sviluppa nella regione nord orientale del Cadore, il verde Comelico, caratterizzato da forti peculiarità ambientali e culturali.


TAPPA N. 18
Punto di partenza: Candide (1212 m)
Punto d'arrivo: Val Visdende (1288 m)
Difficoltà: E - Escursionistico
Dislivello: 500 m circa
Tempo di percorrenza: ore 7 circa
Periodo consigliato: maggio / ottobre
Descrizione: tappa senza difficoltà ma piuttosto lunga. Si attraversa Costalta, centro culturale di primaria importanza per le svariate produzioni letterarie nella locale parlata ladina: una ricchezza linguistica che merita di essere conosciuta. Dopo Pra della Fratta il panorama sulla Val Visdende lascia senza parole.


TAPPA N. 19
Punto di partenza: Val Visdende (1288 m)
Punto d'arrivo: Sappada (1218 m)
Difficoltà: E - Escursionistico
Dislivello in salita: 500 m circa
Dislivello in discesa: 600 m circa
Tempo di percorrenza: ore 6-7 circa
Periodo consigliato: maggio / ottobre
Descrizione: tappa senza difficoltà ma piuttosto lunga. Con una piccola variante al percorso principale si può raggiunger la sorgente del Piave, alle pendici del monte Peralba. La tappa si conclude a Sappada, isola linguistica dove si conserva ancora l’antico dialetto tedesco parlato secoli fa dai primi colonizzatori. Le diverse frazioni di Sappada sono caratterizzate dalle particolari chiesette e dalle case in legno.


TAPPA N. 20
Punto di partenza: Sappada (1218 m)
Punto d'arrivo: Cima Campigotto (1790 m)
Difficoltà: EE - Escursionistico per Esperti
Dislivello in salita: 1150 m circa
Dislivello in discesa: 500 m circa
Tempo di percorrenza: ore 8-9 circa
Periodo consigliato: maggio / ottobre
Descrizione: tappa impegnativa per lunghezza e dislivello che richiede buon allenamento. Raggiunto il passo della Digola, 1674 metri, si può godere di una incantevole visione verso Danta e il gruppo del Popéra.


TAPPA N. 21
Punto di partenza: Cima Campigotto (1790 m)
Punto d'arrivo: Vigo di Cadore (936 m)
Difficoltà: E - Escursionistico
Dislivello in salita: 400 m circa
Dislivello in discesa: 1200 m circa
Tempo di percorrenza: ore 6 circa
Periodo consigliato: maggio / ottobre
Descrizione: alcuni tratti del sentiero 338 sono in ripida discesa nel bosco. Lungo il percorso si raggiunge Casera Doana, inserita in una splendida conca alpina e per di più racchiusa ad anfiteatro da uno spettacolare panorama che va dalle Tre Cime di Lavaredo al gruppo della Civetta. Inoltre la chiesa di S. Margherita di Salagona, una delle chiese più antiche di tutta la provincia di Belluno che custodisce un ciclo di affreschi in stile bizantino risalenti al XIII-XIV secolo.


TAPPA N. 22
Punto di partenza: Vigo di Cadore (936 m)
Punto d'arrivo: Lorenzago di Cadore (883 m)
Difficoltà: E - Escursionistico
Dislivello in salita: 100 m circa
Dislivello in discesa: 200 m circa
Tempo di percorrenza: ore 1,30 circa
Periodo consigliato: maggio / ottobre Descrizione: tappa breve e facile dove però la segnaletica risulta quasi assente.


TAPPA N. 23
Punto di partenza: Lorenzago di Cadore (883 m)
Punto d'arrivo: Pieve di Cadore (880 m)
Difficoltà: E - Escursionistico
Dislivello: l'itinerario oscilla tra i 700-1000 m s.l.m., con vari saliscendi
Tempo di percorrenza: ore 6 circa
Periodo consigliato: maggio / ottobre
Descrizione: tappa di media lunghezza, senza eccessivo dislivello. Interessanti le abitazioni tipiche cadorine, con i muri a graticcio, che si incontrano a Rizzios. D'obbligo una visita a Pieve di Cadore, punto di arrivo della tappa, per ammirarne il vasto patrimonio.


TAPPA N. 24
Punto di partenza: Pieve di Cadore (880 m)
Punto d'arrivo: Perarolo di Cadore (610 m)
Difficoltà: E - Escursionistico
Dislivello in discesa: 400 m circa
Tempo di percorrenza: ore 4-5 circa
Periodo consigliato: maggio / ottobre
Descrizione: tappa di media lunghezza. Da vedere, tra l'altro, il santuario del Cristo Crocifisso a Pieve, il ponte coperto di Rualàn, che si ritiene di epoca romana, l'affresco absidale duecentesco della chiesa dei SS. Andrea e Giovanni a Damòs.