Cammino delle Dolomiti

Tutte le tappe del Cammino delle Dolomiti

Pagina 2 di 4

TAPPA N. 9
Punto di partenza: Col di Prà (866 m)
Punto d'arrivo: Canale d'Agordo (977 m)
Difficoltà: E - Escursionistico
Dislivello in salita: 1000 m circa
Dislivello in discesa: 800 m circa
Tempo di percorrenza: ore 8 circa
Periodo consigliato: maggio / ottobre
Descrizione: tappa piuttosto impegnativa nel primo tratto per la forte pendenza. All'altezza della Val di Gares i boschi si alternano ai prati con bellissime visioni dolomitiche su cui si staglia, in lontananza, il salto d’acqua della cascata delle Comelle. A Tancon la piazza vecchia del paese presenta una fontana e una casa affrescata del 1640, oltre ad antichi fienili.


TAPPA N. 10
Punto di partenza: Canale d'Agordo (977 m)
Punto d'arrivo: Alleghe-Masarè (971 m)
Difficoltà: E - Escursionistico
Dislivello in salita: 500 m circa
Dislivello in discesa: 400 m circa
Tempo di percorrenza: ore 5-6 circa
Periodo consigliato: maggio / ottobre
Descrizione: in questa tappa molti i tratti su strada. iniziato il cammino in breve tempo si arriva a Celàt di Vallada dove meritano una visita la chiesa di San Rocco e la sacrestia, con pregevoli affreschi del XVI secolo. Molto interessante l’antica chiesa di San Simon di Vallada, in assoluto un gioiello fra i più preziosi di tutte le Dolomiti. Ospita il più vasto ciclo di affreschi di Paris Bordon, datato alla prima metà del XVI secolo. Alleghe, fine della tappa, riserva una delle visioni più spettacolari delle Dolomiti: la levigata parete nord della Civetta, alta un chilometro, a strapiombo sul lago.


TAPPA N. 11
Punto di partenza: Alleghe-Masarè (971 m)
Punto d'arrivo: Pieve di Livinallongo del Col di Lana (1470 m)
Difficoltà: E - Escursionistico
Dislivello in salita: 1100 m circa
Dislivello in discesa: 600 m circa
Tempo di percorrenza: ore 8 circa
Periodo consigliato: maggio / ottobre
Descrizione: tappa piuttosto lunga, con dislivello in salita e discesa. L’alta valle del Cordevole offre al viandante un paesaggio alpino di rara bellezza e fascino: si è tra le vette dolomitiche più elevate e più famose, in vista di Marmolada, Sella, Civetta, Pelmo, Tofàne. Da non perdere, una volta giunti a Pieve di Livinallongo, il Museo di storia, usi, costumi e tradizioni della gente ladina.


TAPPA N. 12
Punto di partenza: Pieve di Livinallongo del Col di Lana (1470 m)
Punto d'arrivo: Passo Falzarego (2105 m)
Difficoltà: E - Escursionistico
Dislivello in salita: 700 m circa
Dislivello in discesa: 150 m circa
Tempo di percorrenza: ore 4 circa
Periodo consigliato: maggio / ottobre
Descrizione: tappa relativamente breve, ma quasi interamente in salita. A Palla e Agài il pendio erboso è ripidissimo eppure curato con meticolosa attenzione dalla mano dell’uomo. Il panorama si apre su Nuvolàu, Averàu e Tofàna di Ròzes. Incantevole il villaggio di montagna Castello. Nelle vicinanze i ruderi del Castello di Andràz, costruzione ardita che si fonde nella roccia di un ripido masso, sono la testimonianza dell’antica presenza umana in queste valli e a quote così elevate.


TAPPA N. 13
Punto di partenza: Passo Falzarego (2105 m)
Punto d'arrivo: Fiames (1288 m)
Difficoltà: E - Escursionistico
Dislivello: 1000 m circa
Tempo di percorrenza: ore 7 circa
Periodo consigliato: maggio / ottobre
Descrizione: tappa non difficile, ma con brevi tratti in salita e su sentiero stretto. Incantevoli gli squarci panoramici e gli stupendi paesaggi montani che si possono ammirare lungo tutto il percorso.


TAPPA N. 14
Punto di partenza: Fiames (1288 m)
Punto d'arrivo: Son Forcia (2215 m)
Difficoltà: E - Escursionistico
Dislivello: 1000 m circa
Tempo di percorrenza: ore 5 circa
Periodo consigliato: maggio / ottobre
Descrizione: tappa impegnativa per il dislivello. Si attraversa la Val Padeón che, pur sviluppandosi fra le Dolomiti più note e frequentate, ai piedi del Cristallo, ha natura selvaggia e appartata.


TAPPA N. 15
Punto di partenza: Son Forcia (2215 m)
Punto d'arrivo: Misurina (1750 m)
Difficoltà: E - Escursionistico
Dislivello: 400 m circa
Tempo di percorrenza: ore 5 circa
Periodo consigliato: maggio / ottobre
Descrizione: tappa senza particolari difficoltà che dispensa spettacolari visioni soprattutto una volta giunti a Misurina con l'immagine del lago e le famosissime Tre Cime di Lavaredo a chiudere lo scenario verso nord. Gli appuntiti Cadini di Misurina offrono la spettacolare quinta verso est; a ovest il Cristallo e, verso sud, la classica immagine da cartolina con la mole enorme e simmetrica del Sorapiss.


TAPPA N. 16
Punto di partenza: Misurina (1750 m)
Punto d'arrivo: Auronzo (866 m)
Difficoltà: E - Escursionistico
Dislivello in salita: 400 m circa
Dislivello in discesa: 1200 m circa
Tempo di percorrenza: ore 7 circa
Periodo consigliato: maggio / ottobre
Descrizione: tappa senza difficoltà di percorso, ma lunga. Scorci dolomitici spettacolari tra le guglie dei Cadini di Misurina e le Marmarole. Non è raro incontrare, lungo il percorso, marmotte e camosci.