Parco del Circeo

Isola di Zannone, dalla Caletta del Varo al Faro di Capo Negro

cod. 007

L'Isola di Zannone è raggiungibile in battello da Ponza. Diversi pescatori e cooperative accompagnano dal Porto di Ponza per la traversata. Si approda (i mezzi non possono sostare) in località del Varo, dove inizia il sentiero a gradini immerso nella tipica macchia mediterranea, che giunge fino alla Ex Casa di Caccia (al momento non accessibile). Nelle vicinanze troviamo i resti del Monastero Benedettino, eretto nel 504 e abbandonato 3 secoli dopo, a causa delle incursioni dei pirati saraceni. Nei pressi del Convento vi è un'ampia radura da dove è possibile avvistare qualche Muflone, introdotti nel secolo scorso per motivi venatori. Proseguendo si arriva al Monte Pellegrino, da dove si possono scorgere Ponza, Palmarola e Ventotene. Poco dopo il Monastero si trova il sentiero che ridiscende sul versante opposto e entra nel bosco del Cavone del Lauro, formato da grandi lecci, corbezzoli, erica arborea e fillirea. Il sentiero termina presso il Faro di Capo Negro. Si ritorna per la stessa strada.






Fonte:Parco Nazionale del Circeo ● Il sito dell'ente è sicuramente un buon punto di riferimento per chi vuole iniziare a scoprire il territorio dell'area protetta e le sue peculiarità.

SCHEDA TECNICA

Difficoltà: (E) escursionistico
Dislivello: 194 m
Tempo di percorenza: circa 1 ore e 30 minuti
Lunghezza del percorso: circa 2 km
Per informazioni: Parco nazionale del Circeo, tel. 0773 512240.